Battipaglia: incendiato terreno di famiglia del candidato sindaco del M5S Farina

3' di lettura 04/10/2021 - "Il mio terreno di famiglia è andato a fuoco, bruciando con sè piante d'olivo secolari che i miei nonni hanno coltivato con sacrificio per decenni, comportandomi danni per migliaia di euro. In queste ore si sta cercando di capire l'origine dell'incendio, che pare essere di natura dolosa. Se dovesse essere confermato che si è trattato di un atto vandalico la mia condanna è forte contro coloro che danneggiano la natura e l'ambiente".

Così Enrico Farina, candidato sindaco del Movimento 5 stelle a Battipaglia, nel Salernitano, come riportato da Dire.

"Davvero - aggiunge Farina - non voglio pensare che vi sia attinenza con la mia candidatura a sindaco, ma se le indagini porteranno a questa conclusione sappiate che non indietreggerò di un millimetro dal mio percorso politico per restituire a Battipaglia il riscatto che merita. Come sostenuto da Giuseppe Conte, in visita a Battipaglia, noi cittadini abbiamo il dovere di lottare per il nostro territorio, contro la criminalità e la cattiva politica. Io - conclude - resto al mio posto: facciamo rinascere questa terra".

Sull'accaduto il deputato del Movimento 5 stelle Angelo Tofalo dichiara su Facebook: "La mia totale solidarietà ad Enrico Farina, candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle a Battipaglia, per quanto accaduto la passata notte". "Confido - aggiunge - nella velocità degli inquirenti per fare luce sulla vicenda. Queste intimidazioni non ci fermeranno, continueremo a portare avanti le nostre idee sempre nella legalità e nel rispetto degli altri".

La deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani interviene così sul fatto: "Dopo i raid di Afragola ai danni degli attivisti e della collega deputata M5S Iolanda Di Stasio, la violenta aggressione avvenuta a Nardò contro il candidato pentastellato Tiziano De Pirro, il rogo dell'auto di Giovanni Joe Orlando, candidato M5S a Monteparano, ora arriva la denuncia sull'incendio probabilmente doloso al terreno di famiglia del candidato sindaco M5S di Battipaglia, Enrico Farina. Quanto sta accadendo ci preoccupa molto. Minacce, offese, aggressioni e spedizioni punitive contro i candidati del MoVimento 5 Stelle per le amministrative sono stati tantissimi: mi auguro che la magistratura possa far luce presto su questi episodi inquietanti, che inquinano il voto libero e minano i principi base della nostra democrazia". "Esprimo la mia piena solidarietà a Enrico Farina - aggiunge la pentastellata - per i danni subiti e condanno con forza chi cerca di intimidirci e di fermare la battaglia di legalità che come M5S stiamo portando avanti in un territorio così complesso e provato dal malaffare. Tra l'altro questi delinquenti hanno anche gravemente danneggiato l'ambiente e la natura. Sono dei delinquenti: non possiamo che definirli in questo modo. A queste persone voglio solo dire che non ci fermeremo: insieme ad Enrico e a tutti i candidati e attivisti pentastellati, continueremo a portare avanti a testa alta il nostro progetto per riscattare Battipaglia, certi che dopo il voto tornerà a soffiare, anche in questa città, il vento della legalità e dell'onestà".








Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2021 alle 14:27 sul giornale del 04 ottobre 2021 - 3 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, barbara fioravanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cmvD





logoEV